banner-24option-790x90

Gestione del capitale: Deposito iniziale e importo minimo per aprire una posizione

gestione-capitale-trading

Abbiamo già affrontato il concetto di gestione del capitale, cioè di money management con le opzioni binarie, ed abbiamo visto che per operare correttamente è necessario seguire un’attenta gestione del proprio denaro. Adesso continuiamo la trattazione sull’argomento e vediamo come il money management sia legato al deposito iniziale e all’importo minimo per aprire una posizione.

Forse non ve ne siete mai resi conto, ma con la maggior parte dei broker, se ci si limita ad aprire un conto versando il capitale minimo, è spesso impossibile adottare un money management di successo, e questo a causa dell’elevato importo minimo per aprire una singola posizione.

Facciamo un esempio:

Broker A
Deposito minimo di 100$
Importo minimo per aprire una posizione: 10$

Broker B
Deposito minimo di 200$
Importo minimo per aprire una posizione: 5$

Molti traders sceglierebbero il broker A, semplicemente perché ha un deposito minimo più basso, senza però rendersi conto che per aprire una posizione bisogna investire almeno 10$. Questo non sarebbe un particolare problema se il trader aprisse il conto versando almeno 200$ invece che limitarsi ai 100$ di minimo, ma spesso non è così.

Con il broker A, se il trader si limita ad aprire il conto con 100$, diventa impossibile applicare un money management oculato, l’unica strategia possibile è una gestione super aggressiva del capitale, cioè un money management minimo al 10%. Ciò significa che il massimo che si può investire su una singola operazione è il 10% di 100$, appunto 10$.

Un money management troppo aggressivo è spesso il primo passo verso un fallimento inevitabile. Ricordiamo infatti che i traders più esperti consigliano un money management compreso tra il 2% ed un massimo del 5%. Con il primo Broker il money management minimo è già al 10%, quindi il doppio del massimo consigliato.

Vediamo adesso il Broker B. Questo ha un deposito minimo più alto, 200$, però un trade minimo di 5$. Grazie a questa combinazione, il trader potrebbe decidere tranquillamente di investire 5$ per volta ed avere un money management al 2,5%. Ma anche se volesse investire 10$ ad opzione, rientrerebbe comunque entro i canoni di un corretto money management, ovvero al 5%.

Ma perché è meglio investire solamente una piccola quota per volte del proprio capitale?

Per evitare che dopo pochi investimenti negativi il trader si trovi con il conto vuoto ed un fallimento dietro le spalle. Se si punta su tutto e subito, la fortuna incide notevolmente e decide spesso se il trader deve guadagnare o perdere. Se invece si punta su una gestione oculata e prudente del capitale posseduto, sono le capacità del trader a fare la differenza e non la fortuna.

Facciamo un esempio:

Ipotizziamo di possedere un capitale di 200$ e di dover aprire una posizione investendo almeno 10$.

Il trader A decide di investire 50$ su ogni posizione.
Il trader B decide di seguire un corretto money management e si limita ad investire solamente il 5%.

Supponiamo che dopo un’attenta analisi e studio dell’asset sul quale investire, per 3 volte consecutive l’investimento non va a buon fine.

Il trader A ha investito 50$ ad operazione, quindi un totale di 150$, gli rimangono 50$, il 25% del capitale iniziale.
Il trader B ha investito il 5% di 200$, ovvero 10$ x 3 = 30$, gli rimangono ancora 170$, l’85% del capitale iniziale.

Il primo trader si trova già con l’acqua alla gola, può contare solamente su un capitale di 50$, che molto probabilmente investirà per intero sperando che il quarto trade sia più fortunato. Potrebbe aprire 5 posizioni da 10$, però, dopo aver perso 150$, l’ istinto è quello di recuperare e 10$ gli sembreranno troppo pochi per farlo.

Il trader più prudente invece, ha perso solamente 30$, ha ancora tutto il tempo per riprendersi, ma soprattutto, il quarto investimento non sarà del tipo “o la va o la spacca”, prima di giungere a questa situazione, deve perdere altre 17 volte consecutive senza mai chiudere una sola opzione in profitto.

Conclusioni

Sappiamo bene che molti traders decidono di iniziare la propria avventura nel mondo delle opzioni binarie con pochi euro sul conto, quindi scelgono Brokers che hanno un deposito minimo accettabile ed aperto a tutte le tasche, di norma tra 50$ e 100$, ma in questo modo sottovalutano la gestione del capitale. Per evitare di essere fortemente soggetti ai rischi sopra esposti, è consigliabile scegliere il broker non solo sulla base del deposito minimo, ma anche tenendo conto del prezzo chiesto per aprire posizioni. Un confronto tra i brokers di opzioni binarie potrebbe aiutarvi nella scelta.

I Broker Regolamentati Cysec consigliati da TradingBinario

24Option_Logo topoption-logo AnyOptions_Logo Banc De Binary_Logo
bancdeswiss100x33_logo optionweblogo100x33 optiontime_logo optionfair_logo

Alcuni Suggerimenti
Logobit-400x400 24_option
optionweblogo100x33 bancdeswiss100x33_logo AnyOptions_Logo
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image


La visione di questo sito web è sottoposta all'accettazione completa dei Termini di utilizzo
avviso sui rischi_mini

tradingbinario.org è un prodotto AV Web PI IT02138110560 Chi siamo - Contatti - Policy Privacy - Sitemap -